page1image3861120

Associazione Villa Gioia Onlus
Via Dei Tulipani 16/D – 88100 Catanzaro Tel. e Fax. 0961/799120 – 349.7308559 villagioiaonlus@gmail.com
CF./ P. IVA 03537180790

Breve descrizione Carta dei Servizi

L’associazione Villa Gioia Onlus – Organizzazione non lucrativa di utilità sociale, nata nel 2016, è costituita allo scopo di operare in favore di persone che vivono una disabilità fisica, psichica, psicofisica e sensoriale, con particolare riferimento a persone con disturbi dello spettrodell’autismo, proponendo attività socio-educative, socio-assistenziali e socio-sanitarie.

L’associazione, quindi, nasce dall’esigenza di realizzare, sviluppare, e sostenere da un puntodi vista sociale, assistenziale, educativo, clinico e scientifico interventi su persone con disabilità conl’intento di migliorare la loro qualità di vita, anche con trattamenti precoci per i disturbi dellospettro dell’autismo.

Tali finalità verranno realizzate attraverso:

1)  Attività educative finalizzate all’autonomia personale;

2)  Attività ludico-ricreative e di socializzazione;

3)  Attività di insegnamento delle abilità sociali;

4)  Attività socio-riabilitative finalizzate ad un maggiore controllo psico-motorio;

5)  Attività di integrazione socio-culturale;

6)  Attività di formazione con significato prevalentemente occupazionale, rivolta ai soggetti in situazioni   di disagio.

L’equipe che collabora con l’associazione sono varie figure professionali:

  • –  Coordinatore,
  • –  Psicologi;
  • –  Assistente sociale;
  • –  Operatore sociale;
  • –  Educatori;
  • –  Terapisti occupazionali;
  • –  Logopedista;
  • –  Operatori Socio Sanitari;
  • –  Terapista della riabilitazione psichiatrica.

     

    CENTRO DIURNO PER PERSONE CON DISABILITÀ

    Il Centro Diurno “Villa Gioia Onlus” offre ospitalità diurna e assistenza qualificata rivolte a persone con disabilità di età superiore ai 18 anni, attraverso interventi mirati e personalizzati, per lo svolgimento di attività socio-terapeutiche, ludico-motorie, culturali, sportive, occupazionali e socio-assistenziali, atte all’acquisizione e/o al mantenimento di capacità comportamentali, cognitive ed affettive – relazionali, oltre a svolgere una funzione di socializzazione, supportano ed integrano leattività riabilitative contribuendo all’azione terapeutica.

    L’obiettivo è quello di prevenire il rischio di emarginazione ed istituzionalizzazione,favorendo la permanenza dell’utente nell’abituale ambiente di vita, al fine di favorire e potenziare, per quanto possibile, l’autogestione della vita quotidiana. L’obiettivo è quello di sostenere sia lepersone con disabilità sia le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma in cui siaffronta il problema del “durante noi” per il “dopo di noi”.

    SPAZIO AUTISMO

    L’associazione Villa Gioia Onlus opera con particolare riferimento per persone condisturbi dello spettro dell’autismo, attraverso la presa in carico di bambini, adolescenti e giovani adulti con autismo.

    • –  La presa in carico di bambini con autismo avviene attraverso interventi educativi specialistici, con approccio multimodale (bio-psico-sociale), dove il gioco veste un ruolo importante in quanto strumento per favorire lo sviluppo dell’intersoggettività e dellarelazione. Gli interventi educativi specialistici sono sia individuali sia in piccolo gruppo (max 5-6 bambini), servono per insegnare al bambino con autismo tutte le competenze necessarie per un adattamento alle situazioni sociali e per farlo progredire durante la fase dello sviluppo .
    • –  La presa in carico di adolescenti e/o giovani adulti, avviene attraverso laboratori espressivi esperienziali e per l’autonomia, anche questi suddivisi in laboratori individualie/o in piccolo gruppo.
    • –  Viene svolta attività di interventi per l’inclusione sociale e scolastica, la persona con autismo viene seguita nei vari contesti della vita quotidiana al fine di generalizzare le abilità acquisite.
    • –  attività per le famiglie, attraverso i programmi di supporto per i genitori: cioè il sostegno che il terapista fornisce al genitore fornendo informazioni sia sullo sviluppo della persona con autismo sia su conoscenze generali sui disturbi dello spettro dell’autismo. Altro intervento rivolto ai genitori è la TMG (Terapia Mediata dai Genitori), interventi in cui il genitore è parte attiva nel cambiamento e il bambino beneficia del trattamento in maniera diretta in quanto è presente durante il trattamento. Al genitore viene insegnato come mettere in pratica correttamente alcune tecniche di intervento di matrice comportamentale. Si promuove lo stile interattivo del genitore al fine di promuovere le competenze socio comunicative del bambino.
    • SPAZIO DSA (DISTURBI SPECIFICI DELL’APPRENDIMENTO) – ADHD (DISTURBODA DEFICIT DELL’ATTENZIONE E IPERATTIVITÀ)

    – DSA: laboratorio didattico specialistico, per bambini e ragazzi con DSA o BES (Bisogni Educativi Speciali) come supporto nello studio con l’obiettivo di fare acquisire competenze attraverso strumenti e modalità operative adeguate, anche con l’ausilio dellenuove tecnologie e degli strumenti compensativi informatici.

    Questi bambini, se non seguiti sotto il profilo educativo (scolastico e post – scolastico) vanno incontro a possibili fallimenti scolastici, abbandoni precoci del percorso formativo provocando in loro ansia, frustrazione e abbassamento del proprio livello di autostima.

    L’obiettivo è quello di permettere ad ognuno dei ragazzi di recuperare un rapporto positivo con la scuola, attraverso il sostegno dell’ èquipe competente e di strumenti e modalità operative adeguati ai soggetti con DSA.

    Nel laboratorio vengono utilizzate mappe concettuali e mentali, tabelle e schede riassuntive di formule e regole, software tecnologici e programmi informatici.

    – ADHD: per questi bambini, che presentano difficoltà di attenzione e concentrazione, incapacità di controllare gli impulsi e difficoltà nel regolare il livello di attività motoria, è attivo presso l’associazione il laboratorio espressivo esperienziale per potenziare le capacità di attenzione e autoregolazione, di pianificazione e ragionamento. Si cerca di valorizzare le potenzialità di ogni bambino sviluppando le sue competenze sociali e relazionali. Si aiuta il bambino a migliorare la capacità di rispettare delle regole, lacapacità di gestione delle emozioni, dell’aggressività e delle frustrazioni. Queste finalitàvengono perseguite attraverso:

    •   interventi sulle abilità interpersonali e sull’autonomia;
    •   interventi sull’autoregolazione;
    •   interventi educativi specifici sui comportamenti problema gravi.

      SPAZIO DEMENZE E PATOLOGIE NEURODEGENERATIVE

      All’interno del centro diurno vi è un modulo dedicato alle persone adulte con demenza e/o patologie neurodegenerative. L’obiettivo è quello di offrire un’assistenza specializzata, finalizzata a condurre un’attività riabilitativa dell’utente nelle fasi lievi e moderate di malattia, nonché il sostegno alle loro famiglie.

    L’intervento si configura come un servizio che mira a promuovere la qualità della vita di queste persone e di perseguire i seguenti obiettivi generali:

    •   – consentire la permanenza al malato al proprio domicilio il più a lungo possibile, ritardando l’istituzionalizzazione, riducendo il rischio di isolamento;
    •   – mantenere le capacità residue del malato ritardandone la perdita, preservando il grado di autonomia;
    •   – prevenire e/o ritardare la perdita della totale autosufficienza del malato;
    •   – supportare le famiglie nell’assistenza continuativa all’anziano e prevenire situazioni di stress, offrire ascolto e sostegno qualificati nell’affrontare la malattia;
    •   – erogare interventi riabilitativi di tipo socio-sanitario.

    Attività di riabilitazione:

     – Attività di stimolazione emozionale (terapia della reminiscenza, terapia della validazione, pet- therapy, psicoterapia di supporto);

    •   – Attività motoria;
    •   – Attività di riabilitazione cognitiva; (memory training, terapia di riorientamento alla realtà- ROT, training procedurale)
    •   – Attività occupazionale;
    •   – Attività di stimolazione sensoriale (musicoterapia, arte terapia, aromaterapia, psicomotricità).
    •  

      SPAZIO TERAPIA OCCUPAZIONALE

    La Terapia Occupazionale (TO) è una professione sanitaria della riabilitazione chepromuove la salute e il benessere attraverso l’occupazione. E’ un processo riabilitativo che, adoperando come mezzo privilegiato il fare e le molteplici attività della vita quotidiana, attraverso un intervento individuale o di gruppo, coinvolge la globalità della persona con lo scopo di aiutarnel’adattamento fisico, psicologico o sociale, per migliorarne globalmente la qualità di vita pur nelladisabilità.

    Le Occupazioni sono l’insieme delle attività significative per il proprio contesto culturale,adeguate all’età, scelte, organizzate e svolte da ogni individuo per provvedere a se stesso, provaregioia nel vivere e contribuire alla vita economica e sociale della comunità. L’occupazione è il finedella TO ma anche il mezzo attraverso il quale si cerca di modificare le funzioni corporee della persona (capacità motorio-sensoriali, percettivo-cognitive, emotivo-relazionali); generalmente sonopresenti tre aree all’interno delle quali possiamo trovare occupazioni: cura personale, lavoro(scuola) e tempo libero.

    SERVIZIO DI LOGOPEDIA

    Logopedia per Bambini, Adulti e Anziani:la logopedia si occupa di aiutare le persone che hanno difficoltà nel linguaggio per migliorare le proprie competenze.

    Lo specialista lavora con i piccoli bambini soprattutto tramite lo strumento del gioco e le tecniche logopediche specifiche. È molto utile la collaborazione dei genitori, che possono partecipare alle sedute di logopedia e apprendere gli esercizi per poi aiutare il bimbo nel recupero.
    Le sedute per gli adulti consistono in training di esercizi specifici.

    Si chiede aiuto al logopedista in caso di…

    •   – difficoltà, ritardi di linguaggio, difetti di pronuncia del bambino
    •   – disturbi o difficoltà della deglutizione in ogni fascia d’età
    •   – disfluenze e balbuzie
    •   – difficoltà comunicative conseguenti a danni cerebrali dell’adulto
    •   – disturbi comunicativi nelle insufficienze cognitive
    •   – disturbi della voce (disfonie dei bambini e degli adulti e professionali)
    •   – disturbi dell’apprendimento aspecifici e specifici (dislessia, disortografia, discalculia ecc.)
    •   – disturbi pervasivi dello sviluppo e altre problematiche linguistiche dell’età evolutiva
    •  – difficoltà di comunicazione dell’anziano.

      SERVIZIO DI PSICOLOGIA

      Il servizio di psicologia è rivolto a tutte le persone minori e adulti che sentono il desiderio di affrontare un momento di crisi e ricercare un nuovo benessere. I servizi offerti sono:

      •   Consulenza, sostegno psicologico e psicoterapia per adulti, minori e anziani;
      •   Supporto alla genitorialità, alla coppia e alla famiglia;
      •   Sostegno psicologico alla persona che vive una disabilità fisica, psichica, psicofisica e

        sensoriale.

        SERVIZIO SOCIALE

        Nell’associazione opera l’assistente sociale che può aiutare la persona che vive un disagio a esaminare dettagliatamente le situazioni o i comportamenti che si sono rivelati problematici e trovare un punto piccolo ma cruciale da cui sia possibile originare qualche cambiamento.

        Lo scopo fondamentale è l’autonomia della persona: che possa fare le sue scelte, prendere le sue decisioni e porle in essere» (BACP, 1990). L’obiettivo è il miglioramento della qualità di vita della persona, sostenendo i suoi punti di forza e le sue capacità di autodeterminazione.

        Viene offerto uno spazio di ascolto e di riflessione, nel quale esplorare difficoltà relative a processi evolutivi, fasi di transizione e stati di crisi e rinforzare capacità di scelta o di cambiamento.

     

    Listino Villa Gioia 2018 e scontistica ADER